Di recente è emersa una notizia dai media che ha destato non poco l’attenzione dell’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, da sempre attento alle esigenze dei migranti (per cui svolge, costantemente, attività forense, presso il suo studio legale, ubicato nelle vicinanze della Stazione Termini, a Roma).

Accanto al centro SPRAR(Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), in via Pallavicini, nel Municipio IX,  è stata trovata una quantità spropositata di cibo, gettata in sacchi dell’immondizia.

Ovviamente, i  sacchi  dovrebbero contenere rifiuto secco, non riciclabile. Sono colmi, invece, di rifiuto umido reciclabile; più specificamente,  fa presente l’Avvocato Pitorri, di centinaia di euro di pasti che, invece, dovrebbero servire ad aiutare chi non ha nulla.

La notizia lascia davvero senza parole: i sacchi posizionati in strada sono in attesa che l’AMA (la società italiana che opera nel settore dei servizi ambientali per conto del Comune di Roma, atta alla raccolta, al trattamento, nonché allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) li venga a ritirare. In quei sacchi ci sono decine di pasti confezionati che, in concreto, dovrebbero essere aiuto per le persone meno fortunate, indigenti, deboli, sole. Uno spreco alimentare che, inevitabilmente, confluisce  nell’inutilizzo dei soldi degli italiani per ciò che, davvero, dovrebbe essere fatto: aiuto ai centri d’accoglienza. Questa gestione delle risorse  rappresenta l’Avvocato Pitorri, fa riflettere.

                                                                         Avvocato Iacopo Maria Pitorri